Cronache dal Paradiso di Serena Dandini. Recensione di Tiziana Viganò





Leggere questo libro vuol dire ammantarsi in una nube di dolce nostalgia e garbata ironia, regalarsi qualche ora di relax e di delizie raccontate in tante brevi storie: ricordi, aneddoti di vita vissuta dall'autrice e vicende di personaggi storici.


Soprattutto in questo periodo così difficile per tutti noi, l'idea di cercare il paradiso è qualcosa che ci ispira, ci aiuta a cercare di nuovo un senso della vita. 

Il giardino dell'Eden è immagine potente, è la Terra prima che gli esseri umani la distruggessero, è ricerca di armonia, di bellezza, di un pianeta che era tutto un paradiso e ora è più simile all'inferno, o al purgatorio, per essere ottimisti. Dimentichiamo troppo spesso che la Terra che possediamo è il nostro Eden.

Un giardino è allegoria che invita a un viaggio dentro se stessi, in grado di far emergere in superficie l'inconscio, è allegoria della nostra vita che cresce solo se curata: bisogna arare, seminare, concimare, pulire dalle erbacce, innaffiare costantemente con attenzione e amore. Nascita, sviluppo, maturazione, avvizzimento, morte...il ciclo della vita, anche la nostra. 
Stare in contatto con il nostro giardino interiore, come con quello verde che coltiviamo, vuol dire seguire i cicli della Natura, ritrovare equilibrio, riappropriarsi di un paesaggio naturale che troppo spesso è oppresso e oscurato dal paesaggio urbano, artificiale e artificioso.

Lo sa bene Serena Dandini che ha il suo Eden, la vecchia villa di famiglia ora in vendita, custode di ricordi d'infanzia felici e spensierati o dolorosi e, in piccola dimensione, un nuovo giardino dove cura con amore le sue piante, sull'esempio di nonna Enrica che seppelliva chiodi arrugginiti per agire da vera Persefone sul colore delle sue meravigliose ortensie, che allargava le radici della famiglia con forza e serenità.

Lo sapevano bene i personaggi che la Dandini ci presenta con passione: tutti alla ricerca del paradiso perduto per superare le amarezze della vita, un altrove migliore in cui sia possibile essere felici e vivere in armonia. C'è chi lo pensa in modo religioso, nell'aldilà e chi, laicamente, lo immagina sulla Terra: molte persone passano la vita cercando di riconquistarlo oppure, se non lo trovano, lo costruiscono su misura, in una benefica ossessione che dà un senso alla propria vita.

Dai memoires di famiglia alle storie di tanti personaggi, da una dimensione autobiografica a una collettiva, dalle fantasie alla realtà, tutti hanno cercato l’Eden affrontando viaggi anche molto pericolosi, sfidando la sorte e i pregiudizi, mettendo alla prova se stessi.

Monet, con la sua ossessione per le ninfee combatte attraverso la bellezza gli orrori della guerra; la Grotta di Venere nel castello di Linderhof è ispirata dall'amore di re Ludwig di Baviera per Wagner e il suo Tannhäuser; Antoni Gaudì immagina la sua cattedrale di Barcellona come groviglio di fiori, piante, animali e stalagmiti che puntano verso il cielo; Oscar Niemeyer immagina e costruisce la sua città ideale, Brasilia; la regina Cristina di Svezia che crea il favoloso Orto Botanico di Roma; Agatha Christie, appassionata giardiniera che tra i più bei fiori coltiva anche piante velenose nel suo Greenway House; dietro al nome che L. A. de Bouganville ha dato alla bouganvilla si nasconde una donna avventurosa, Jeanne Baret che ha vissuto sulla sua nave con trecentotrenta marinai fingendosi un uomo, pur di circumnavigare il globo alla ricerca di nuove piante; Schiller riempiva la casa di mele marce per inebriarsi con l'odore della putrefazione; Margaret Mee, che ha dedicato tutta la vita alla ricerca di una pianta mitologica, il “fiore di luna”...e tanti alltri personaggi, compresa la progenitrice Eva, che il paradiso l'ha conosciuto davvero!


"Cronache dal Paradiso" di Serena Dandini è un libro speciale, da leggere in assoluto relax per acquisire ottimismo e perchè no? ispirazioni. Magari a Natale, con una coperta calda addosso, un tè o una cioccolata bollente e, se c'è, un cane o un gatto che fa silenziosamente compagnia. Da segnare per una strenna intelligente.


Cronache dal Paradiso

di Serena Dandini

genere: narrativa contemporanea

editore: Einaudi, 2022

pagine: 208

link all'acquisto

"Il Sogno": dipinto (1910) di Henri Rousseau detto il Doganiere. New York, Museum of Modern Art

 SEARCH BY TAGS: